Archivi della Resistenza - Circolo Edoardo Bassignani
home l'associazione news la storia eventi gli archivi discussioni links contatti


Fino al cuore della rivolta



EVENTI
CB Login

 

home arrow eventi arrow Ignazio Buttitta, il poeta in piazza

Ignazio Buttitta, il poeta in piazza

Archivi della Resistenza-Circolo Edoardo Bassignani in collaborazione con la Fondazione Ignazio Buttitta  e l’Istituto Ernesto de Martino vi invita a una due giorni dedicata al poeta siciliano Ignazio Buttitta. Sabato 2 aprile, a Carrara (MS), presentazione del cd "Tano Avanzato e il gruppo Zabara interpretano Ignazio Buttitta", domenica 3 aprile a Sesto Fiorentino (FI) presentazione del libro inedito "Portella della Ginestra" e il pranzo sociale all’Istituto de Martino

 

Image

SABATO 2 APRILE ore 21
Ridotto Teatro Animosi - Carrara (MS)

Presentazione del CD
IL POETA IN PIAZZA
Tano Avanzato e gli Zabara
interpretano Ignazio Buttitta
A cura di Emanuele Buttitta

Concerto di
TANO AVANZATO E IL GRUPPO ZABARA

Insieme a
DAVIDE GIROMINI, BLANCA TEATRO, MOVIMENTO UNICO SUD, FORASTERI

Con la partecipazione di ANTONINO BUTTITTA


Iniziativa in collaborazione con Fondazione Ignazio Buttitta, Regione siciliana, Istituto Ernesto de Martino, Contatto Radio Popolare Network, ANPI Sez. Massa Carrara e Sez. Carrara. Con il patrocinio del Comune di Carrara


Scheda:
Sabato 2 aprile 2011, ore 21, presso il Ridotto del Teatro Animosi a Carrara si terrà la presentazione del cd “Il poeta in Piazza. Tano Avanzato e il Gruppo Zabara interpretano Ignazio Buttitta”. Il cd è stato prodotto dalla Fondazione Ignazio Buttitta, dalla Regione Sicilia e Archivi della Resistenza – Circolo Edoardo Bassignani. Sarà presente il curatore dell’album Emanuele ButtittaAntonino Buttitta presidente onorario della Fondazione "Ignazio Buttitta" e Direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia, sede di Palermo e gli interpreti Tano Avanzato e il Gruppo Zabara. A fargli compagnia  ci saranno Davide Giromini, Blanca Teatro, Movimento Unico Sud e Forasteri.

Dalla presentazione del cd di Emanuele Buttitta:

«Dal 2005, anno della sua istituzione, la Fondazione ha promosso la riproposta delle poesie di Ignazio Buttitta attraverso recital-concerti. La ragione del ritorno del Poeta in piazza (è anche la sua raccolta del ’74) è evidente a coloro che lo conobbero. Perché lo incontrarono e ascoltarono recitare nei circoli e nelle scuole, nelle manifestazioni politiche e culturali, nei teatri e nelle piazze appunto. Buttitta infatti si rivolgeva in primo luogo al popolo, a precise classi sociali - che si dice non esistano più – irraggiungibili con le raccolte edite dall’editore Feltrinelli, che chiudevano il cerchio sociale del suo pubblico. Se vogliamo comprendere non solo il metodo, l’agire poetico, ma anche il merito, l’orizzonte della sua poesia, dobbiamo ricordare che egli concepiva con chiarezza - e viveva con determinazione - la letteratura come visione che si fa ragione, coscienza dell’ascoltatore, del lettore; quindi, progetto da agire nella realtà. Ciò risulta tanto più evidente in una poesia esplicitamente impegnata e radicata nelle cause e nelle conseguenze del disagio economico delle classi subalterne, ma la letteratura esprime sempre un soggetto collettivo; raffigura i miti di una società: modelli narrativi che esprimono i valori in cui essa crede, le emergenze di senso che ricompongono il mondo. Miti come realtà desiderata, simbolicamente risolta, origine e modello di ogni civiltà.

[…] Questo cd è non solo un tributo al Poeta ma anche un riconoscimento al suo interprete. La collaborazione iniziata sin dal 2005 non avrebbe esitato in un lungo sodalizio se Tano non fosse stato attento più che altro ai conti dell’anima, se non fosse fra i pochi che concepiscono l’amicizia come reciprocità sempre a debito. Benvolio dice a Romeo - stregato dall’amore per Rosalina - che lo istruirà a dimenticare: «Rendendo la libertà agli occhi tuoi: contempla altre bellezze». E conclude: «Ti insegnerò questo segreto, o morirò con un debito sulla coscienza»: il bisogno di un amico ci rende in debito con lui. […]»

 

Image


DOMENICA 3 APRILE
Istituto Ernesto de Martino-Sesto Fiorentino (FI)


Ore 10.30

Presentazione del libro Ignazio Buttitta, “Portella della Ginestra. Dramma in quattro atti”. A cura di Emanuele Buttitta e Antonio Fanelli, Fondazione Buttitta – Istituto Ernesto de Martino, 2010


Interventi di: Stefano Arrighetti, Paolo Benvenuti, Antonino Buttitta, Emanuele Buttitta, Pietro Clemente, Antonio Fanelli, Francesco Forgione, Gianni Gianassi, Alessio Giannanti, Alessio Gramolati




Ore 13.30

Pranzo
(prenotazione obbligatoria: 055-4211901; 3319861781)

Ore 15

Spettacolo del cantastorie Tano Avanzato con il gruppo Zabara


Ore 17

Proiezione del film “Segreti di Stato”, regia di Paolo Benvenuti (Fandango, 2003)

In collaborazione con: Fondazione Buttitta, Regione Siciliana, Archivi della Resistenza Circolo “E. Bassignani”. Domenica 3 aprile 2011, a Sesto Fiorentino, nella sede dell'Istituto Ernesto de Martino si terrà una giornata dedicata al poeta Ignazio Buttitta e alla pubblicazione di una sua opera inedita: "Portella della Ginestra" un dramma teatrale in quattro atti su un evento cruciale della storia italiana: la strage dei lavoratori in festa per il 1 maggio a opera del bandito Salvatore Giuliano nel 1947: l'inizio della strategia della tensione.  
Il poeta siciliano compose questo dramma dopo il grande successo dello spettacolo "Pupi e cantastorie di Sicilia" al Piccolo Teatro di Milano nel dicembre del 1956. La pubblicazione è corredata da un saggio introduttivo che ne segue la genesi e la stesura attraverso il carteggio di Buttitta con Gianni Bosio, direttore delle Edizioni Avanti!, e con Paolo Grassi del Piccolo di Milano.
Dopo mezzo secolo questo lavoro riaffiora dall'archivio storico delle Edizioni Avanti! grazie a un lavoro di ordinamento archivistico e viene pubblicato con la Fondazione Buttitta di Palermo nella collana "Biblioteca della cultura siciliana".
Avremo molti ospiti: l'antropologo Pietro Clemente (Università di Firenze), l’antropologo e Presidente onorario della Fondazione “Ignazio Buttitta” Antonino Buttitta (Università di Palermo) e il critico letterario Alessio Giannanti (Università di Sassari), assieme al Sindaco di Sesto Fiorentino, ai curatori del volume Emanuele Buttitta e Antonio Fanelli , con il regista Paolo Benvenuti, il segretario della CGIL Toscana, Alessio Gramolati, e Francesco Forgione (ex presidente Commissione parlamentare Antimafia).
Sarà una giornata di festa con musica e cinema, con un pranzo popolare, su prenotazione al costo di 13 euro (ANTIPASTI: Insalata di arance; Crostini di fegato e milza; Acciughe e cipolle. PRIMI: Ribollita; Lasagne. SECONDI: Francesina (Lesso rifatto con cipolle); Sfinciuni e 'mpanata; DOLCE: Mousse d'arancia; biscotti di Prato.
Nel pomeriggio le poesie di Buttitta saranno al centro della performance del cantastorie siciliano Tano Avanzato con il gruppo Zabara. Avanzato è uno dei migliori interpreti dell’opera di Buttitta e ha appena pubblicato un cd con la Fondazione Buttitta e gli Archivi della Resistenza Circolo “E. Bassignani”
A chiudere la giornata la proiezione del film di Paolo Benvenuti "Segreti di stato" (Fandango, 2003) un'opera originale e scomoda, dedicata alla strega di Portella e presentata al Festival del Cinema di Venezia.


Image

< Precedente   Prossimo >



| area riservata | mappa del sito |
Concept and Design Webag.it
Archivio Video Archivio Video Archivio Video Archivio Video